La gestione dei resi

La gestione dei resi

Condividi

 

Ciao Benvenuta/o in questo nuovo articolo,

oggi affronterò un tema abbastanza scottante, ossia quello dei resi.

Come saprai Amazon dà la possibilità ai propri clienti di rendere indietro i prodotti anche dopo molto tempo dalla data di acquisto; fa parte del gioco, bisogna accettarlo e sotto certi aspetti il fatto di avere questo tipo di garanzia, spinge le persone a comprare senza esitazioni, a beneficio sì di Amazon, ma anche di noi venditori.

Avere dei resi è normalissimo, tutti i più grandi marchi ne hanno; quindi, non demoralizzarti quando ti arriva qualche e-mail di Amazon che ti avvisa che è stato avviato un rimborso nei confronti di un cliente: sappi che i resi non hanno nulla a che vedere con la tua bravura e non inficiano il tuo successo.

Nella mia esperienza e in quella di diversi miei clienti, non succede quasi mai che un prodotto venga restituito perché difettoso o non funzionante, al contrario; nel 99% dei casi i clienti mandano indietro prodotti praticamente nuovi, che vengono rimessi in vendita direttamente da Amazon nel caso in cui fossero stati stoccati nei loro centri logistici.

Fin qui sembrerebbe tutto semplice e molti (io per primo), mi sentivo sicuro e protetto dal fatto che Amazon si occupasse di tutto, fino a quando non mi sono accorto di aver perso dei soldi.

Forse saprai già che nonostante gli sforzi di Amazon alcuni prodotti si perdono nei centri logistici…una volta mi hanno perso 12 materassi 120×60 CM, non chiedermi come sia possibile; è paradossale ma può capitare…

Altre volte poi addirittura capita che un cliente richieda un reso, senza restituire il prodotto, intascando il rimborso e tenendosi l’oggetto…

È inutile stupirsi

Come per tutte le cose di questo mondo, non troverai mai nessuno che pensi ai tuoi interessi quanto te, e Amazon non fa eccezione; quindi, dimentica il pilota automatico e CONTROLLA.

Vediamo come fare

Per avere la situazione sotto controllo è fondamentale scaricare almeno ogni mese, un report dei resi, per poter controllare che le unità spedite ai magazzini Amazon siano giuste, rispetto a quelle vendute e a quelle rese.

In caso di discrepanze dovresti dover aprire un caso in Seller Central e risolvere la cosa chiedendo un rimborso per le unità mancanti direttamente ad Amazon.

Se sei un venditore agli inizi, con un budget ridottissimo e con magari un solo prodotto che costa pochi euro, puoi tenere tutto sotto controllo abbastanza facilmente, prendendoti del tempo per scaricare i report e fare un controllo incrociato;

le cose si complicano però per i venditori che fanno dei certi volumi di vendite e che hanno un catalogo con numerosi Asin;

ne ho conosciuti alcuni con oltre 6000 articoli in vendita, alcuni dei quali abbastanza costosi.

In questo caso, e in generale per poter avere la situazione del magazzino sotto controllo a colpo d’occhio senza dover impiegare ore e ore al mese è di vitale importanza affidarsi alla tecnologia;

la soluzione più semplice e conveniente è questo software [trovi una demo gratuita cliccando qui] sviluppato da un gruppo di Seller italiani veramente ingamba e che conosco personalmente.

Si chiama Eagle Eye e risolve i problemi sopra elencati e molto altro, facendoti risparmiare tempo e denaro.

È un tool unico nel suo genere, non ne conosco altri.

Cliccando qui, puoi accedere al canale YouTube dedicato in cui trovi testimonianze, consigli di utilizzo, case history e altre informazioni a riguardo.

La cosa che mi ha colpito di più, è l’interfaccia intuitiva;

utilizzando questo software potrai avere una visione d’insieme del tuo inventario e in caso di problemi, potrai aprire un caso su Amazon direttamente attraverso il programma.

Eagle Eye si collega al tuo account di vendita attraverso un API; il che rende il software un’estensione del seller central a tutti gli effetti.

Un’altra caratteristica molto importante è che il programma è stato concepito e funziona anche con altri magazzini, non solo quello di Amazon e differenziare si sa, è sempre una scelta vincente.

Se ti va di utilizzare il Eagle Eye con uno sconto del 10% sull’abbonamento mensile, annuale o triennale

ti basta semplicemente cliccare sugli appositi link in alto.

Spero di esserti stata/o utile, come sempre ti invito a commentare o a condividere questo articolo,

buone vendite e buon controllo del tuo business!

 

 

 

 

 

 

 

One Response

  1. Benedetta ha detto:

    Sappiamo quanto sia difficile stare dietro ai magazzini di Amazon e non abbiamo alcun controllo delle unità perse o danneggiate che non vengono affatto rimborsate! Articolo molto utile come sempre 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Avvia una chat
1
Hai bisogno di aiuto?
Ciao
Come posso aiutarti?